Cosa trovate sul blog

Volete sapere chi e come ha inventato gli hamburger?
Come trascorreva le notti Lucrezia Borgia?
Che fine ha fatto Igor Slivovitz?
Cosa accade davvero nel triangolo delle Bermude?
Cosa vede Capitan Feendoos dalla finestra?
Se il Capitano soffre di emorroidi?

Tutto questo e molto di più sul meraviglioso
blog di Capitan Feendoos.

venerdì 24 ottobre 2008

Sulle tracce dell'ippogrifo






Seduto nel fitto della foresta, aspettavo pazientemente il cessare del frastuono infernale che i due combattenti facevano al di sopra della mia testa. Sembrava improvvisamente giunta sera, mentre invece era appena passato mezzogiorno: la vegetazione, così fitta da non lasciar passare che qualche raro raggio di sole, a cui si era aggiunta l'ombra dei due ippogrifi, aveva fatto calare una notte apparente sotto gli alberi. La mia pausa forzata era dovuta alla lotta fra le due femmine di ippogrifo, che probabilmente si contendevano un maschio, lotta che era giunta a interrompere un inseguimento che durava da ore. Ero sulle tracce di un grosso esemplare, in attesa del momento propizio per colpirlo con la spada o con una freccia, magari anche con un pugno ben assestato, quando l'arrivo del secondo aveva scombinato i miei piani: affrontarne due era troppo anche per Elemiro Feendoos. Mi misi al riparo nel bosco, e attesi che l'animale più forte facesse il lavoro al posto mio. Certo, sarebbe stata una spedizione dal valore dimezzato, visto che la carne martoriata della vittima non avrebbe permesso di ottenere i Cordon bleu del Capitano della qualità prevista, però la grandezza è di chi sa quando è il momento di attaccare ma anche di saper aspettare tempi migliori. Mentre avevo la mente occupata da pensieri che in questo momento non ricordo, vidi appressarsi un cavaliere dentro un'armatura lucente. Scattai in piedi, pronto al peggio. Una voce, proveniente dall'elmo, così mi apostrofò:

"Orsu, qualificati, uomo dal nobile aspetto
ma di fetor pieno e tutto polveroso,
dimmi dunque se cristiano è il tuo petto
oppur saracino seppur valoroso.
Io son paladina di nome Bradamante
di Francia serva e di Ruggiero amante;
qualificati dunque acché, ignoto cavalier
io decida se tu abbia ancor domani o solo ier."

La voce, soave quanto quella di una dea, che aveva pronunciato quelle parole, era stata tuttavia ferma e decisa, e non lasciava sperare che si potesse evaderne la risposta. Levai, quindi, il copricapo, e così risposi:

"Grande onore è per me conoscere
chi la grande fama il nome precede,
d'italica stirpe io sono, giammai a recedere
insegnò la mia gente a suo piede.
Elemiro Feendoos è il modesto nome mio
servo di dame e devoto e poco pio,
al tuo cospetto assai mi inchino
il tuo nome riverito da ogni pino."

La donna agilmente smontò dal palafreno, tolse l'elmo mostrando un viso che avrebbe tolto il respiro a un cuore di pietra, e oltre appressandosi, così continuò:

"Lungo tempo è che l'amor mio mi manca
pur se occhi io non abbia che per lui,
ma di vagar armata sono ormai stanca;
ora è che provveda, mancando ancor costui,
a dare soddisfazione alla carne mia
e con te farollo che ispiri simpatia.
Ti sfido dunque a singolar tenzone
Dimostrami se all'altezza sei del tuo blasone."

Il vostro capitano, che giammai ebbe
ad arretrare dinanzi a qualsiasi sfida,
anche in quel frangente di fama crebbe
come già pria con Angelica e Ida.
Tosto buttossi nella grande pugna
dimentico della di Ruggier piccola pugna
ché solo egli pel mondo errava
mentre il suo cuor pace non trovava
non più avendo né amor né pace.

Fu allora, proprio sulla pace, che Bradamante, rivestendosi dopo l'estenuante tenzone, prese la spada e mi si rivolse contro, con il volto duro. Temetti per la mia vita, non essendo stato altrettanto pronto nel rivestirmi. La paladina di Francia, però, per aria menò un paio di fendenti. Con mia grande sorpresa vidi cadere di quà e di là della mia testa la pace e l'amore.
Bradamante mi guardò, e rilassandosi i muscoli del suo viso uno dopo l'altro, mi sorrise:

"Elemiro Feendoos, valente condottiero,
all'altezza della tua fama fosti,
del tuo pugnar esser puoi fiero:
gl'italici guerrier sempre fur tosti.
Tuttavia, ad usar la sacra spada
mi costringesti in questa contrada
ché mai composta di nove versi fu un'ottava:
e di metrica non capisci una fava."

Non essendoci più né amor né pace, raccolsi anch'io le mie cose, salutai dolcemente la prode Bradamante, e andai a recuperare l'ippogrifo abbattuto.





24 commenti:

Ludovico Ariosto ha detto...

Noi siam felici, noi siam contenti, si rizzino i cazzi tuttora pendenti, Madonna Ifigonia, soave e pudica, gia' sente prurito nel'inclita fica; che Giove possente, che Venere bella le facciano dono di tale cappella che il culo le rompa, le rompa l'imene e in fine la tolga da tutte le pene. Sia pago il desio della vergine cara meniamoci il cazzo in nobile gara.

Bene Capitano, bene

Chanson_de_Geste ha detto...

Le donne, i cavalier, l'arme, gli amori, le cortesie, l'audaci imprese di marinr io canto,
che furo al tempo che passaro i Mori d'Africa il mare, e in Francia nocquer tanto.

Allah Ben Dur ha detto...

Veramente ... quel prelato ... dentro il cul del capriolo ... non so dire ... avra' pigliato ... perlomeno un po' di scolo ...

mo ciao ehehehe

leofelix ha detto...

non hai scritto gran che di questo prodotto in questa opinione

Anonimo ha detto...

colui ho coloro che fanno cloni per offendere sono solo dei vili.ancor piu vili sono coloro che sostengono per propio tornaconto personale chi fa cloni,questo e il mio parere personale in merito

leofelix ha detto...

otimo eh eh eh eh

Anonimo ha detto...

ed eccomi a recensire un bel frigo che guarda caso lo possiedo da quasi 2 anni a questa parte ed recensisco solo ora che mi sono accorto di poterlo fare visto che lo possiedo.che dire del mio frigo per invogliarvi ad acquistarlo.bene inanzitutto e molto capiente nonostante sia diviso in due zone.la prima e quella dove mettere gli alimenti non surgelati tipo bottiglie del acqua oppure uova ho burro ed altri alimenti tipo parmigiano tanto per fare alcuni nomi.la seconda zona e per i surgelati come stocafissi tanto per dire un alimento da surgelaggio oppure carne surgelata e formare i cubetti di ghiaccio da usare nel rinfrescare le bevande estivistiche.il prezzo due anni fa era in offerta a 299,00 euro ma dovrebbe esser sceso sui poco meno dei duecento cinquanta euro quindi se cercate un buon frigorifero che facci anche risparmiare corrente elettrica questo frigorifero fa propio al caso vostro.
ovviamente se ve lo possiate permettere ci sono frigoriferi piu ampi di questo e molto piu costosistici nel pezzo

Anonimo ha detto...

mio capitano oh mio capitano!
fantastico!
fantasia972

leofelix ha detto...

http://www.onecomics.it/03/11/2008/amici-su-facebook/

E' tutto vero

FernandaTrombez ha detto...

mo ciao bella cotoletta panata di gioia

leofelix ha detto...

quando Babbo Natale ha finito coi pacchetti mi venga pure a trovare qui Eccelso Capitone

http://leofelix-cc.blogspot.com/

ho anche linkato il suo preg.mo blog

Suo Devoto leofelix

leofelix ha detto...

burp

sorcabagnata87 ha detto...

Ohhhhhhhhhhhh capitaaaaanoooo,
leggendo questa storia d'amoooooore mi è salito un febbrrrrrroneeeee.. brrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr che brividiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Avv. Chipeaux ha detto...

il museo che vi parlo oggi e il museo di antichita di torino voluto da emanuele filiberto di savoia quando trasferi la capitale da cambery a torino del ducato del piemonte ed ufficialmente esiste dal 1577 questo museo.in questo museo troverete molti reperti di provenienza del antica roma come i marmi romani dove spicca quello del kairos,poi troverete alcuni rilievi marmorei provenienti da scavi presso avigliana come il corteo di braccianti.belle anche le sculture marmoree come le copie romane di originali greci.bello e anche la collezione drovetti che riporto da alessandria d'egitto molti reperti come l'amazzone fidica in basalto verde scuro.il museo ospita anche il trono di luni ed ritratti di copie romane e greche,ma sono belli anche il tesoro di marengo rivenuto nel 1928 dove spicca su tutti il busto a grandezza naturale del imperatore lcio vero.in questo museo troverete anche il vaselame romano,greco,etrusco e cipriota che arricchiscono le sue sepozizioni interne museali.il museo si trova in via XX settembre 88/c ed è aperto dal martede alla domenica dalle ore 8:30 alle ore 19:30 chiuso lunedi ed il 6 gennaio ed 1 maggio,il biglietto e di 4 euro mentre i minori di 18 anni ed i maggiori di 65 anni entrano gratis.se venite a torino ricordatevi di visitare anche questo museo uno dei piu pregevoli che abbiamo nella citta di torino che vi sapra soddisfare pienamente,e se ve lo dico io andate sul sicuro.

leofelix ha detto...

Bene, Eccellenza, Bene

la_sirenetta_dei fiumi ha detto...

il mio vascello è pronto per salpare verso la Senna. la aspetto, mio caro capitano, al canal de l'Arsénal. à toute à l'heure

leofelix ha detto...

burp

PC_di_Ambra ha detto...

Buona sera a tutti,
sono il personal computer di priolo e al contrario del mio padroncino parlo e soprattutto funziono.
Per l'esattezza sono un sistema operativo XP professional, non so per quale motivo il mio padroncino Davide-Priolo mi ha craccato, io sono genuino e originale:
E' sufficiente infatti impostare da BIOS l'unità del lettore CD come boot primario, quindi inserire il godereccio CD con XP nel lettore e seguire passo passo e pedestremente le istruzioni a video.
Quindi, il mio padroncino davide-priolo avrebbe dovuto inserire il product key (un codice numerico personale) per attivarmi.

Anche l'anello di congiunzione tra la scimma e il congiuntivo sarebbe riuscito nell'intento.
Ma niente da fare, il mozzarelloso davide ha voluto ascoltare il fratellino Vittorio che sarà una bravissima guardia carceraria ma di computer non capisce una mazza, invece di mazza ne capisce bene il mio padroncino davide-priolo: lui - anzi lei - è infatti una nota travesta che si batte per i diritti dei trasngeder discriminando le persone normali, ma questo è secondario.

Purtroppo davide soffre di una rara malattia per cui è costretto a mentire anche di fronte alla godereccia evidenza.
Infatti davide ha recensito decine e decine di computer anche portatili che il fratello gli ha regalato.
Io li conosco tutti: grazie, mi ha installato quasi ovunque, persino su un portatile dove c'era già Vista Home basic come sistema operativo ed era l'unico al mondo ad avere in dotazione un lettore floppy interno.
In realtà, ambra priolo è stato messo nel congelatore come alimento da surgelaggio per la terza volta, altro che il PC KO di cui ciancia, dallo staff di ciao (che io conosco benissimo, infatti se vi è tornato il colore del pallino, lo dovete proprio a me, che vi ho rimesso a posto le palle colorate a tutti).

Non conosco nemmeno minacce informatiche: davide mi ha dotato del godereccio Norton Antivirus e anche di un ottimo add on per evitare di incappare in siti fraudolenti o di phishing: si chiama WOT (The Web Of Trust) è gratuito e si può installare sia su Internet Explorer sia su Firefox.
La vera minaccia è che il mio padroncino ha dichiarato pubblicamente non appena rientrato che il 14 dicembre pubblicherà una nuova opinione.
Fate qualcosa, anche nel suo interesse, fermatelo.

leofelix ha detto...

-

leofelix ha detto...

cuando scrivete otima pignone?

Anonimo ha detto...

Elemiro???

morellina

http://dinuovociprovo.splinder.com

[arrivata fin qui dal blog di Sir Leofelix]

La Reine de la Seine ha detto...

Sto per intraprendere un lungo e periglioso viaggio verso le Indie. La caravella e´pronta per salpare da Calais ma del timoniere non mi fido. Adieu, mon capitain!

LORD_IMPYSELLINO ha detto...

Anche quest'anno si è tenuta a Buckingham Palace alla presenza della Regina Elisabetta, del giovane pargolo ereditiero Principe di Galles e di altre autorità la cerimonia per conferire l'ambito titolo di poeta laureato a un noto esponente della Camera dei Lord.

Sto parlando di me stesso: Michele Mc Pelly LORD IMPYSELLINO.
Dopo un breve discorso la Regina ha posto sulla TESTA del LORD la corona di alloro sostituendo temporaneamente quella di martire che è uso indossare nelle occasioni mondane.

La commozione è stata generale, subito dopo i convenuti si sono recati alla sala delle danze per un piccolo buffet a base di deliziosi Fish & Chips e botti di vinassa portati direttamente dalla città natìa Aviano nei pressi di Cambridge dal diretto interessato che ne ha approfittato per la consueta sbornia.
Appena alzato il gomito il neo poeta laureato ha dichiarato di aver pagato in euro un pacchetto di sigarette che' nessuno aveva accettato quel pugno di sterline che aveva nel suo famoso furgoncino.

La regina è rimasta sgomenta da tale notizia, le nobili e raffinate cortigiane convenute sin dall'Italia quali la contessina sgruntina che notoriamente eccelleva in italiano ha dichiarato:
"
Mo vedi un po' tè chi mi viene a trovare! Ora che esco?? Eh eh eh.. peta il prossimo login che ti mostro una cosa!

Ciao! sgruntina 17.12.2008
20:07"
Eppure non era l'ora del tè.

Altresì la giovane nobildonna PIDDY ha esclamato:
"Qual'è??? PIDDY 17.12.2008
21:41"

E' evidente la finezza linguistica: un apostrofo rosa tra un termine eliso e una terza persona singolare.
Poco dopo LORD IMPYSELLINO ha chiesto di potersi collegare a cia.it.
La Regina Elisabetta gli ha subito concesso l'onore.

------------------------------------------
Cosa volete farci: dovevo dare inutile e fuori tema ad alcune opinioni e insegnare agli altri come si vive in ciao !
E anche se mi hanno fatto notare che ho dato alcuni molto utile a delle opionioni copiate e messi commenti assolutamente fuori luogo, io LORD IMPYSELLINO la vittima di aviano, il martire della originaria Gioia del Colle mi sono sentito molto meglio di quando mi passano la razione giornaliera di neurolettici !

GOD SAVE IMPY

leofelix ha detto...

bene