Cosa trovate sul blog

Volete sapere chi e come ha inventato gli hamburger?
Come trascorreva le notti Lucrezia Borgia?
Che fine ha fatto Igor Slivovitz?
Cosa accade davvero nel triangolo delle Bermude?
Cosa vede Capitan Feendoos dalla finestra?
Se il Capitano soffre di emorroidi?

Tutto questo e molto di più sul meraviglioso
blog di Capitan Feendoos.

mercoledì 10 giugno 2009

"Dig, Lazarus, dig"





In quei tempi mi trovavo nei pressi del lago di Tiberiade. Essendo temporaneamente inoccupato - c'era una grave crisi economica in atto - ed essendomi giunta voce che si erano resi vacanti alcuni posti da pescatori, mi ero recato a offrire il mio curriculum in quelle acque lontane dalle mie abituali. Mentre mi dirigevo sulla sponda del lago, vidi un uomo affranto, con la testa fra le mani e lacrime che scendevano copiose lungo le sue guance, e mi avvicinai a lui, con la duplice intenzione di consolarlo e di chiedere informazioni. Gli poggiai una mano sulla spalla, sollevò la testa senza smettere di piangere. "Ehm, che succede, amico?" gli chiesi, parafrasando Bugs Bunny. La mia domanda, forse costringendolo a un riesame della sua triste sorte, scatenò una nuova crisi di pianto. Lasciai la mia mano sulla sua spalla, fraterno. Dopo alcuni minuti, si riprese. Non volendo ripetere l'errore di farlo ripiombare nella disperazione, gli chiesi di indicarmi il lago di Tiberiade, o di Galilea che dir si voglia. Tirò sul col naso, e mi indicò la direzione con un cenno della testa. Ero tentato di chiedergli la causa della sua disperazione, ma temevo che non sarei più riuscito a liberarmene. Mentre mi giravo per andarmene, però, mi afferrò la veste e mi trattenne. "Sai", mi disse, "sono un uomo molto sfortunato. Pensa che, fino a poche ore fa, ero in paradiso e le mie sofferenze erano terminate." Lo guardai interrogativamente. Vedendo che non parlava, chiesi: "In che senso? Non mi risulta che ci siano tali luoghi da queste parti..." Mi interruppe: "No, ero proprio in paradiso, in mezzo agli angeli. Ero proprio morto, freddo. Anzi, forse porto ancora addosso l'odore di decomposizione." In effetti, fin dal mio arrivo, mi ero convinto della presenza di una carcassa in decomposizione, da quelle parti. Mi accorsi che la causa era proprio lui, e istintivamente feci un passo indietro, ma ero ancora trattenuto dalla sua mano sulla mia veste. Visto che ormai non potevo liberarmi di lui, mi sedetti. "Devi sapere," mi disse, "che mi chiamo Lazzaro di Betania. Ho un amico di lunga data che si chiama Gesù, che pare faccia miracoli, che è anche molto amico delle mie sorelle Marta e Maria. Beh, un paio di giorni fa - non riesco ancora ad avere un esatto quadro temporale degli ultimi avvenimenti - ho avuto un malore e sono morto. Ti devo confessare che, da quando sono sposato, la mia vita era diventata un inferno: mia moglie mi tradisce con tutti i pescatori del lago, e mia suocera è l'ottava sciagura mandata da Javeh sulla terra per punire gli uomini. Mentre morivo, ero sollevato." Quell'uomo incominciava a godere della mia solidarietà. "Ero ormai asceso fra gli angeli da più di un giorno, mi ero liberato di questo corpo non bello, quando sono stato richiamato in vita da Gesù. 'Lazzaro', mi ha detto, 'alzati e cammina'. Ora, dico io, con tutti i cadaveri che ci sono in giro per la Galilea - pensa che la vita media non supera i 35 anni - proprio me dovevi venire a seccare?" Ricominciò a piangere. Cercai di consolarlo: "Dai, dopo qualche lavata l'odore andrà via ..." "...sì," mi interruppe con uno scatto d'ira, "ma mia suocera con cosa la lavo per farla andare via, con l'acido solforico che non hanno ancora inventato?" Non potevo che dargli ragione. Mentre gli davo una pacca sulla spalla, non vedevo l'ora di essere lontano da lì: l'odore di cadavere era veramente insopportabile. Giunto al lago, fui edotto sulle ragioni che avevano reso disponibili quei posti da pescatore: alcuni di loro avevano seguito Gesù, il predicatore amico di Lazzaro. Presi il posto di uno degli apostoli - così mi dissero che si chiamavano adesso - e mi accorsi di dover ridimensionare di molto le mie richieste: non si trattava che di poveri pescatori di lago, e fu dura per me accettare di buttare in acqua una barchetta. Riecheggiavano nelle mie orecchie anni di sfottò verso i "marinai d'acqua dolce". Un vecchio, seduto sulla banchina, mi raccontò che la crisi affliggeva anche quelle parti: da quando Gesù si era messo a distribuire pani e pesci, presi non si sa da dove, i pescatori e i commercianti del luogo erano rimasti disoccupati. Si temeva che qualcuno di loro potesse fare qualche gesto inconsulto, preso dalla disperazione. Si parlava della più grande crisi economica a memoria d'uomo. Il vecchio tacque per alcuni minuti, mentre passava una vecchia che trasportava un cesto, camminando pericolosamente sul bordo del lago. Quando si fu allontanata, allungando il mento nella sua direzione, mi disse: "E' la suocera di Lazzaro. Un amico di Gesù". Deciso, in ogni caso, a fare quella che era un'esperienza come un'altra, presi i remi in mano e mi avviai verso acque più profonde e pescose. Più tardi, tornando a riva con il pescato che arrivava fino al ponte, sentii delle urla femminili. Vidi la vecchia di prima, la suocera di Lazzaro, annaspare nell'acqua chiedendo aiuto. Avevo ancora negli occhi la disperazione di Lazzaro. Mi guardai cauto intorno e, assicuratomi che non ci fosse nessuno, la centrai con un colpo di reme ben assestato. Le urla cessarono di colpo, e per alcuni istanti furono sostituite dal borbottio delle bolle d'aria che arrivavano in superficie. Poi, più nulla. "Alla tua, Lazzaro" pensai, levando un ideale bicchiere.

24 commenti:

Maddalena ha detto...

Ahhhhh, dopo tante sciagure finalmente una storia a lieto fine

Giuda_Escavatore ha detto...

ed eccomi a recensire un bel frigo che guarda caso lo possiedo da quasi 2 anni a questa parte ed recensisco solo ora che mi sono accorto di poterlo fare visto che lo possiedo.che dire del mio frigo per invogliarvi ad acquistarlo.bene inanzitutto e molto capiente nonostante sia diviso in due zone.la prima e quella dove mettere gli alimenti non surgelati tipo bottiglie del acqua oppure uova ho burro ed altri alimenti tipo parmigiano tanto per fare alcuni nomi.la seconda zona e per i surgelati come stocafissi tanto per dire un alimento da surgelaggio oppure carne surgelata e formare i cubetti di ghiaccio da usare nel rinfrescare le bevande estivistiche.il prezzo due anni fa era in offerta a 299,00 euro ma dovrebbe esser sceso sui poco meno dei duecento cinquanta euro quindi se cercate un buon frigorifero che facci anche risparmiare corrente elettrica questo frigorifero fa propio al caso vostro.
ovviamente se ve lo possiate permettere ci sono frigoriferi piu ampi di questo e molto piu costosistici nel pezzo

leofelix ha detto...

burp

leofelix ha detto...

fefè

leofelix ha detto...

era ideale il bicchiere, esatto

Capitan_Feendoos ha detto...

Il mio sì, non altrettanto può dirsi per il tuo ehehe, anzi, per i tuoi :P

davide-iscariota ha detto...

DAL 8 GIUGNO 2009 PUBBLICHERO OPINIONI SU CITTADINE DA ME VISITATE NE HO 7 DA PUBBLICARE

SanPietrino ha detto...

dal titolo mi sono detta che bello la claudy si sposa e mi invita a nozze sue,poi ho letto opi ed ho detto che peccato non si sposa

leofelix ha detto...

Ci vogliamo tanto bene perché abbiamo le stesse malattie

Jackie_la_cuoca ha detto...

Mi servirebbe una spasella di alici indorate e fritte da fare ripiene e ripassate nel forno

leofelix ha detto...

refoo

anonimo_priolese ha detto...

da un po di tempo ho li morale sotto i tacchi.mi sento ogn giorno sempre piu moscio

issogne ha detto...

avendo recensito il castello di issogne non potevo non recensire pure la sua incantevole citta.
issogne gia in epoca romana era abitata ma cerano solo locande per chi scendeva in italia dalla gallia oppure lasciava italia tanto per esser chiari.
inoltre cera anche un piccolo fortino romano visto che ogni tanto i locali sottomessi al impero romano avevano vizietto di ribellarsi ed i romani li castigavano spesso militarmente e poche volte dando qualcosa come ori ed altre merci per farli tornare calmi.
dal medio evo visto che issogne ha un castello partecipo alle vicissitudini politiche ed economiche del luogo passando di mano in mano issogne con guerre oppure con vendite ad altri casati nobiliari del epoca.
dopo il 1814 e cacciata di napoleone bonaparte issogne ebbe un periodo di pace che duro fino al 8 settembre 1943.
infatti 8 settembre 1943 italia fascista dichiaro vista l'impossibilita di combattere le soverchianti forze anglo americane dichiara la resa incondizionata e da allora tutta valle di aosta e verbania era un pululare di forze partigiane che diedero filo da torcere hai tedeschi occupanti.infatti nei dintorni di issogne cerano ben tre gurppi di 20 partigiani ciascuno uno purtroppo fu subito spazzato via ma gli altri due invece grazie a esperienza acquisita fecero danni hai tedeschi occupanti.
dopo la seconda guerra mondiale di tedeschi se ne videro dopo la meta del 1960 ma come semplici turisti,turismo che negli anni successivi e andato aumentando.
il motivo e che oltre al bel castello ci sono sia a issogne che nei paesi confinanti un bel po di trattorie dove gustare comodamente i prodotti tipici della valle di aosta.
insomma la valle di aosta non vi deludera di certo ed se andate ad issogne ne rimmarete estasiati e un bel luogo dove si mangia bene e si sta in tranquillita.

Anonimo ha detto...

Google won't search for Chuck Norris because it knows you don't find Chuck Norris

Anonimo ha detto...

:-) forte!
fantasia972

davide-iscariota ha detto...

SPERO che riesca a diventar uomo.quello poi di dover chiedere permesso e ridicolo unica cosa oltre a esser convinti x cambio sesso e di saper che non torni indietro ma nessun trans vuol tornare indietro in un corpo che non gli appartiene.

fefè ha detto...

visitero il sito mi devo liberaredi 4 carrozze di trenini che ho in eccedenza

chipio ha detto...

se vuoi a sto porco di falso medico che ti da 1000 al mese io lo tengo e te lo meni.certa gente e vergognosa dovrebbero arrestarla

porto_ghese ha detto...

anche la caravella portoghese e pericolosa a tentacoli lunghi fino a 30 metri.le piu simpatiche e non pericolose se prese pero in singolo son le barchette di san pietro in singolo il loro veleno non fa nulla al uomo ma se ti tuffi in una zona dove ce ne sono un centinaio be li e pericoloso

comodereccio ha detto...

eccomi a recensire un camper che ho potuto vedere e testare di persona grazie a solito amico mio che me lo ha fatto vedere e provare per poco tempo.il camper e un 6 posti e sono tutti comodi sopratutto per chi e grosso e grasso come il sottoscritto sono i letti ampi e comoderecci.il bagno e exrta lusso e ci possono stare contemporaneamente 2 persone di grassa stazza.il cucinino e sia a gas che eletrico quindi potete impiantare anche un pannello solare sul tetto per utilizarlo x far funzionare i fornelli.il vano per la bombola del gas e ampio ed aregiato.il tetto del camper e solido e puo fare tranquillamente da porta pacchi.comodi i sedili al interno del camper ma anche quelli sul lato passeggero della guida e anche quello del guidatore.il prezzo nuovo e sui 75.000 euro 70.000 euro un buon usato quindi se avete i soldi da spendere per un camper la mia impresione e che questo resta un ottimo camper da possedere e utilizare per i vostri viaggi locali,nazionali ed internazionali.

Anonimo ha detto...

otimo

Anonimo ha detto...

fefè

otimo ha detto...

otimo

leofelix ha detto...

Eccelso comandante
a quando la narrazione della prossima commovente avventura?